CAPAC

Politecnico del Commercio e del Turismo

CAPAC   Politecnico del Commercio e del Turismo

Apprendistato di primo livello

Apprendistato

Cos’è l’Apprendistato

L’apprendistato è un contratto di lavoro a causa mista (rapporto di lavoro vero e proprio e finalità formativa) ed è finalizzato a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro attraverso l’acquisizione di un mestiere e/o di una professionalità specifica

Art.43 – DLGS 81/2015 – Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore
(di 1° livello)

L’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale è strutturato in modo da coniugare la formazione effettuata in azienda con l’istruzione e la formazione professionale svolta dalle istituzioni formative, che operano nell’ambito dei sistemi regionali di istruzione e formazione.

Possono essere assunti con questo contratto i giovani che hanno compiuto i 15 di età e fino al compimento dei 25 anni.

Consente di completare l’obbligo di istruzione e di assolvere il diritto – dovere di istruzione e formazione fino a 18 anni e di acquisire un titolo di studio: ‘una qualifica di operatore professionale dopo tre anni e/o un diploma professionale al termine del quarto anno’ (Repertorio nazionale di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 16 genn.2013, n.13, nell’ambito del Quadro europeo delle qualificazioni)

La durata contrattuale è determinata in considerazione del titolo di studio da conseguire e non può, in ogni caso, essere superiore ai tre o ai quattro anni.

Successivamente al conseguimento della qualifica o del diploma professionale è possibile la trasformazione del contratto in apprendistato professionalizzante

APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E IL DIPLOMA PROFESSIONALE, IL DIPLOMA DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE E IL CERTIFICATO DI SPECIALIZZAZIONE TECNICA SUPERIORE – Art. 43 –DLGS 81/2015

Strutturato in modo da coniugare la formazione effettuata in azienda con l’istruzione e la formazione professionale svolta dalle istituzioni formative, che operano nell’ambito dei sistemi regionali di istruzione e formazione. Consente, quindi, l’acquisizione di un titolo di studio dopo la licenza media.

DESTINATARI: giovani che hanno compiuto i 15 anni di età e fino al compimento dei 25 (24 anni e 364 giorni)

CHI PUO’ ASSUMERE: imprese di tutti i settori produttivi

DURATA DEL CONTRATTO:

  • la durata minima del contratto non può essere inferiore a sei mesi
  • la durata massima è stabilita in funzione del titolo di studio da conseguire:
    a. 3 anni per la qualifica di istruzione e formazione professionale –corsi triennali di IFP
    b. 4 anni per il diploma di istruzione e formazione professionale –corso quadriennale
    c. 4 anni per il diploma di istruzione secondaria superiore
    d. 2 anni per la frequenza del corso annuale integrativo per l’ammissione all’esame di Stato di cui all’art. 15, comma 6 Dlgs n.226/2005
    e. 1 anno per il diploma di istruzione e formazione professionale per coloro che sono in possesso della qualifica di istruzione e formazione professionale, nell’ambito dell’indirizzo professionale corrispondente
    f. 1 anno per il conseguimento del certificato di specializzazione tecnica superiore – corso IFTS

 

  • facoltà di prorogare di un anno il contratto di apprendistato:
    a. dei giovani che hanno concluso positivamente il percorso formativo e conseguito il titolo di studio per lo sviluppo di ulteriori competenze
    b. dei giovani che non hanno concluso positivamente il percorso formativo per consentire il conseguimento del titolo di studio

 

VANTAGGI PER L’AZIENDA:

  • I CCNL consentono l’inquadramento dell’apprendista in una qualifica fino a due livelli inferiori rispetto a quella di fine contratto o l’applicazione di una percentuale progressiva in base all’anzianità lavorativa
  • Il Dlgs n.81/2015 prevede uno sgravio retributivo significativo rispetto alla monte ore della formazione:

a) Le ore di formazione esterna svolte presso l’istituzione formativa non sono retribuite da parte del datore di lavoro
b) Le ore di formazione interna svolte presso l’azienda, sono retribuite al 10%
c) Le ore di lavoro restanti sono retribuite al 100% come da contratto applicato

  • Le spese sostenute per la formazione degli apprendisti sono escluse dalla base per il calcolo dell’IRAP
  • I lavoratori assunti con contratto di apprendistato sono esclusi dal computo dei limiti numerici previsti da leggi e contratti collettivi per l’applicazione di particolari incentivi fiscali
  • Per le imprese con più di 10 dipendenti si applica l’aliquota del 10% della retribuzione imponibile
  • Per le imprese con meno di 10 dipendenti c’è lo sgravio contributivo del 100% nei primi tre anni; dal 4° anno si applica l’aliquota del 10%
  • In caso di conferma di assunzione a tempo indeterminato, a conclusione del periodo di apprendistato l’azienda beneficia degli sgravi contributivi anche per l’anno successivo

 

  • Il Dlgs n.150/2015 all’art. 32 , prevede, a titolo di sperimentazione per le assunzioni con questo tipo di contratto fino al 2020, i seguenti sgravi:
    a) Non trova applicazione il contributo di licenziamento (art.2, commi 31 e 32 L. n.92/2012)
    b) L’aliquota contributiva del 10% (art.1, comma 773 L. n.296/2006), è ridotta al 5%
    c) È riconosciuto lo sgravio totale dei contributi a carico del datore di lavoro di finanziamento dell’ASPI (art. 42, comma 6 DLgs n. 81/2015) e dello 0,30% previsto dall’art.25 L. n.845/1978)

Info e Contatti del corso

Ente promotoreCapac

Segreteria Servizi

Servizio di Coordinamento Didattico

Tel. 02 40305279 – Fax 02 40305403

k.maltese@capac.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle novità dal CAPAC di Milano

PREISCRIZIONI ONLINE

RICHIEDI INFORMAZIONI

INVIA IL CURRICULUM

Possiamo accompagnarti nella ricerca di un lavoro.

AREA SONDAGGI

Esprimi la tua opinione qui »